Utilità

Riconoscere i migliori mobili di qualità

La qualità di tutti i prodotti Marzorati è garantita da una selezione attenta dei materiali per pregio e requisiti tecnici. Il legno massello viene selezionato in modo da garantire la perfetta omogeneità di cromatismo e venatura e le tavole provengono esclusivamente da piantagioni a deforestazione controllata.

Un mobile in legno è assolutamente eco-compatibile: gli alberi che vengono abbattuti per realizzare prodotti in legno fanno spesso parte di programmi di rigenerazione dei boschi e foreste.
Naturalmente non è così nella maggior parte dei casi; tenete presente, comunque, che il numero di abbattimenti è di gran lunga maggiore per la domanda di carta e di terreni coltivabili. Potete quindi stare sicuri che acquistando un mobile in legno il patrimonio ambientale sarà comunque salvaguardato .

Il legno è un materiale naturale. Sono quindi da ritenersi normali e prova di autenticità lievi (devono essere lievi) imperfezioni superficiali. Inoltre la sua tinta varierà nel tempo tendendo a diventare più scuro con il passare del tempo: ovviamente ciò si noterà maggiormente sui legni che nascono chiari (faggio, noce, acero,…).
Chi acquista un prodotto in legno deve quindi accettare le eventuali differenze di tinta fra prodotti diversi o parti dello stesso prodotto acquistate in momenti differenti.

La struttura del mobile di qualità:  cosa analizzare

Nel valutare l’acquisto del mobile si prende spesso come parametro di valutazione la qualità della finitura e il materiale “esterno” del quale è composta l’anta e le parti a vista.
E’ sicuramente uno degli aspetti più importanti, ma non bisogna scordarsi di sottovalutare la qualità della struttura, di quale materiale è costituita e con quale sistema viene assemblata.

I mobili che trovate esposti nei negozi di arredamento possono celare difetti di costruzione e scarsa qualità se inseriti in contesti studiati appositamente per valorizzarne il solo fattore estetico: è fondamentale – prima di acquistare un arredamento – analizzarne i particolari, lo scorrimento e i sistemi di apertura ante e la solidità della struttura.

I migliori mobili di qualità e la loro realizzazione

Gli spessori:

I fianchi strutturali, gli elementi base e coperchio, i ripiani e non meno importante gli schienali dei mobili, devono essere realizzati in spessori sufficienti a sopportare il carico e lo stress ai quali saranno sottoposti per molti anni. Volendo dare alcune indicazioni:

  • Cucina
    Struttura dei moduli non inferiore a 18 mm di spessore. E’ fondamentale che gli elementi non previsti per l’incasso di elettrodomestici siano chiusi sui 5 lati. Molte aziende produttrici di cucine realizzano elementi base senza il coperchio: questo compromette la stabilità della struttura soprattutto se la cucina viene equipaggiata con top di materiali diversi dal laminato che non permettono l’ancoraggio attraverso viti di fissaggio.
  • Mobili Soggiorno
    Per quanto riguarda i mobili “a spalla”, i fianchi portanti non dovrebbero essere inferiori a 30 mm di spessore. Questi infatti devono sopportare il carico da entrambe i lati. Possiamo scendere invece ai 18/20 mm per quanto riguarda i mobili realizzati a bussolotto.
  • Camere da letto
    Negli armadi vige la stessa regola trovata per i mobili soggiorno a spalla: lo spessore degli elementi portanti non deve essere inferiore a 25/30 mm. Negli armadi, che generalmente hanno vani compresi o superiori a 100 cm, è importantissimo che gli schienali abbiano spessori adeguati o che siano supportati posteriormente attraverso barre metalliche che impediscano le tanto odiate deformazioni. Gli armadi di qualità hanno schienali con spessori non inferiori a 8 mm. Ricordiamo inoltre che lo schienale del mobile, per svolgere alla perfezione la sua funzione, deve inserirsi tra fianchi, base e cappello attraverso delle sedi appositamente ricavate. Mobili che non utilizzano questo sistema di assemblaggio, ma nei quali gli schienali vengono applicati posteriormente attraverso l’utilizzo di viti o chiodi, avranno nel tempo ad una minore stabilità dovuta all’indebolimento dei supporti utilizzati.

Con quale materiale è realizzata la struttura?

Ad un’analisi poco approfondita risulta difficile comprendere di quale fattura sia realizzata la struttura del mobile. Possiamo affidarci alla consulenza di un esperto presso il negozio di mobili oppure visionarne uno spaccato della stessa. I mobili di produzione industriale sono generalmente realizzati in pannelli di particelle di legno, tamburato, mdf, listellare o multistrato di legno.

  • Pannelli di particelle di legno: il truciolare o truciolato è composto da pannelli realizzati attraverso trucioli di legno pressati e legati attraverso resine e colle che possono donare particolari caratteristiche come la resistenza ai liquidi. Esistono diversi spessori di pannelli in truciolato: dai 18 mm utilizzati per la realizzazione di elementi per cucine e moduli a bussolotto, fino ai 35 mm che possiamo trovare in ripiani di armadi di alta qualità. Il pannello di particelle di legno può essere rifinito attraverso materiali laminati o impiallacciati.
  • Tamburato: il tamburato è una particolare struttura a telaio realizzata attraverso dei supporti rigidi ( generalmente di legno massello), sul quale viene applicata l’impiallacciatura. Questa tipologia di struttura rende il mobile leggero ed indeformabile nel tempo. E’ utilizzata maggiormente nella realizzazioni di armadi di livello medio – alto.
  • MDF: Letteralmente “pannello di fibre a media densità”. E’ realizzato per la maggior parte da materiali di scarto della lavorazione del legno, che vengono trattati e macinati. Il materiale sfibrato viene poi trattato attraverso lavorazioni a vapore. L’ MDF ha la particolarità di essere un materiale facile da modellare.
  • Listellare o multistrato: il listellare o il multistrato di legno sono pannelli ricavati dall’unione di listelle o pannelli di legno massello incollati e pressati tra di loro. I mobili realizzati con questi materiali sono mobili generalmente di alta fattura e di ottima qualità. L’utilizzo di questo materiale incide notevolmente sul prezzo, ma si rende necessario per la realizzazione di mobili classici.